ENG IT

LA MEMORIA

LA RICERCA

PATROCINI

RICORDA UN NOME

 
 

I NOMI DELLA SHOAH ITALIANA

Memoriale delle vittime della persecuzione antiebraica 1943-45

Cerca un nome - search for a name
  Ricerca Luogo di arresto: provincia di  Udine
I nomi delle vittime e le relative informazioni biografiche, la storia della Shoah italiana e l'elenco delle fonti sono pubblicati nel volume di Liliana Picciotto a cura della Fondazione CDEC , Il Libro della Memoria, Mursia, 1991 ed edizioni successive, Milano.

Ulteriori notizie sulle biografie delle vittime in “Il Libro della Memoria”, Mursia

La Shoah in Italia

La Shoah nell'Egeo

Guida al database

FAQ

Work in progress

 
 

Bassi Fanny  nata a Venezia 1 marzo 1869, arrestata a Gemona del Friuli
Bernau Arrigo  nato a Venezia 24 novembre 1886, arrestato a Villa Santina
Besso Marco  nato a Corfù 9 novembre 1880, arrestato a San Giorgio di Nogaro
Bolaffio Amadio  nato a Lubiana 29 agosto 1892, arrestato a Castello Porpetto
Colombo Angelo   foto  nato a Venezia 11 aprile 1912, arrestato a Cimolais
Goldschmied Stefania  nata a Trieste 12 gennaio 1886, arrestata a San Martino
Janovitz Silvio  nato a Trieste 17 maggio 1869, arrestato a Gemona del Friuli
Jona Leone  nato a Venezia 8 giugno 1882, arrestato a Udine
Jona Roberto   foto  nato a Torino 5 febbraio 1893, arrestato a Udine
Leonzini Lina Perla  nata a Corfù 2 settembre 1885, arrestata a San Giorgio di Nogaro
Lopez Perera Olga   foto  nata a Venezia 23 ottobre 1868, arrestata a Gemona del Friuli
Luftschitz Arminio  nato a Karlstadt 12 novembre 1883, arrestato a Fanna
Luftschitz Roberto  nato a Karlstadt 3 marzo 1887, arrestato a Fanna

indietro pagina 1/4 avanti

Chi ha notizie, foto o documenti può contribuire a questo memoriale
cliccando qui

 

© Fondazione CDEC - www.cdec.it - P.I. 12559570150 - Ultimo aggiornamento 25/01/2012 
Sviluppato con FaiDaTe - Progetto grafico e interfaccia
king-milano - Termini d'uso

Questo sito è stato realizzato grazie al contributo della Claims Conference on Jewish Materials Questo sito è stato realizzato grazie al contributo della Conference on Jewish Material Claims Against Germany